Local SEO: Guida completa per migliorare la visibilità per le attività locali

Home » Blog » SEO » Local SEO: Guida completa per migliorare la visibilità per le attività locali

Hai un sito web che promuove la tua azienda la quale offre servizi in ambito locale? Ti interessa migliorare la SEO Locale del tuo sito internet?

Hai un’attività commerciale e vuoi classificare la tua attività locale su Google, Bing, Apple Maps, ma il tuo sito internet, dopo aver speso tanti soldi per la sua realizzazione, riceve zero traffico e non sai come ottenere visibilità nella tua città o nella tua provincia? Continua a leggere perché sei nel posto giusto.

Local SEO: 6 Consigli per aumentare la visibilità del sito web

Local SEO: come aumentare traffico organico
Una scheda di Google My Business non rivendicata, indicata dal messaggio “Sei il proprietario di questa attività?” 



Circa il 50% di tutte le ricerche su Google sono locali.

Tuttavia, il 60%  dei rivenditori locali non ha nemmeno rivendicato la propria scheda di Google My Business .

Per quelli di voi che non lo sanno, rivendicare, creare e ottimizzare la propria scheda di Google My Business è l’attività fondamentale ed è la più importante della SEO locale e per ricevere più traffico da utenti che si trovano nella tua zona locale. 

Quel traffico organico, ricordati, ti porterà traffico al tuo sito web.

Inoltre avere la scheda di GMB è completamente gratuito.

Approfondimenti: Vuoi migliorare il posizionamento del tuo sito web ed essere tra i primi su Google? leggi la nostra guida.

Se il 60% delle aziende non ha nemmeno rivendicato la propria scheda GMB , beh, dubito che abbia fatto molto altro.

Ma mentre rivendicare la tua scheda di Google My Business è un buon punto di partenza, c’è da fare molto di più di questo nella SEO locale.

Questa guida utilizzabile in 6 parti affronta il problema … dall’inizio alla fine e se continui a leggere fino alla fine ti può aiutare a risolvere il tuo problema di ricevere traffico locale sul tuo sito web.

Che cos’è la Local SEO

La Local SEO si riferisce al processo di “ottimizzazione” della tua presenza online per attirare più traffico e quindi più business dalle ricerche locali pertinenti. Queste ricerche avvengono su Google e su altri motori di ricerca.

Quest’ultimo punto è importante, non si tratta solo di Google.

Le persone cercano attività commerciali locali utilizzando vari motori di ricerca … Google, Bing, Yelp, Apple Maps, ecc.

Immagini di vari tipi di caffè nei bar di Salerno

Tuttavia, Google ha una quota di mercato stimata dell’95% circa  (almeno in Europa). Ciò significa che la maggior parte delle persone utilizza Google per cercare attività commerciali locali.

Per questo motivo, questa guida sarà concentrata sull’ottimizzazione della tua presenza locale su Google.

Quindi parliamo di Google …

Local Google Snack Pack (Local Pack) Vs. Risultati organici

Cerco una cocacola, perché scrivere un post su un blog è difficile, ecco i risultati della ricerca per “bar vicino a me”…

Come si presenta una ricerca locale su Google quando si effettua Local SEO

Tieni presente che esistono due serie distinte di risultati di ricerca:

  • I risultati del “Local Pack o Snack Pack”
  • I risultati organici “regolari”

Sono sicuro che la maggior parte di voi ha familiarità con i normali risultati di ricerca di Google.

Ma cosa diavolo sono i risultati del “Local 3 Pack?

Google Snack Pack è un’area in un riquadro che appare sulla prima pagina dei risultati quando viene effettuata una ricerca online locale tramite il motore di ricerca di Google. 

La casella “Local Pack” mostra le prime 3 schede di attività commerciali locali più pertinenti alla richiesta di ricerca. 

Secondo uno studio , il 33% dei clic va ai risultati del “Snack Pack locale”, mentre il 40% va ai risultati organici regolari.

di conseguenza vale la pena classificarsi in entrambi, ed è qui che entra in gioco la SEO locale.

PROMEMORIA RAPIDO: Non dimenticare che le ricerche locali su Google vengono eseguite da molti dispositivi e app diversi.

come si presenta la ricerca su Google da dispositivi mobili

Guida per la Local SEO: Prima di iniziare….

Bisogna assicurarsi che il tuo sito web sia ottimizzato per i visitatori da dispositivi mobili, poiché il 61%  degli utenti che effettuano ricerche da dispositivi mobili ha maggiori probabilità di contattare un’attività locale se dispone di un sito ottimizzato per i dispositivi mobili.

Utilizza lo strumento di test ottimizzato  per dispositivi mobili di Google per verificarlo.

Devi anche assicurarti che il tuo sito web non sia orrendo come in questo caso:

Non importa dove ti posizioni, nessuno ti contatterà se hai un sito web così brutto.

Infine, ti consiglio di prendere nota dei nomi, indirizzi, numeri di telefono e siti web attuali e passati della tua attività in questo foglio di lavoro.

Questo ti tornerà utile in seguito per migliorare la tua local SEO.

Bene, Iniziamo!

Capitolo 1. Ricerca di parole chiave per la SEO locale:

Supponiamo che tu gestisca una caffetteria locale: si chiama Memo Bar.

Vorresti chiaramente che compaia per ricerche come:

  •  Bar vicino a me”;
  • “Memo Bar”;
  • “A che ora chiude Memo Bar?;
  • “Quanto tempo ci vorrà per arrivare a Memo Bar?”;
  • “Numero di telefono Memo Bar”.

Ma queste non sono query tradizionali, perché Google mostra queste informazioni in risultati simili a questa in SERP.

Risultato di ricerca di numero di telefono su Google

Ecco un esempio per un bar vicino a me:

Google estrae tali informazioni dalle schede di Google My Business.

(Maggiori informazioni nella prossima sezione.)

Ma per quanto riguarda le parole chiave più “tradizionali”? Come fai a scoprire cosa sono e per cosa dovresti ottimizzare il tuo sito?

Ecco alcune tattiche:

1.1. Fai Brainstorming sui servizi delle varie sedi

La ricerca di parole chiave locali non è come studiare fisica nucleare.

Per la maggior parte delle aziende, le parole chiave principali da scegliere come target saranno abbastanza ovvie.

Supponiamo che tu sia un idraulico a Salerno: come pensi che le persone cercheranno i tuoi servizi?

Probabilmente andranno su Google e digiteranno qualcosa come:

  • ” Idraulico a Salerno”;
  • ” Idraulico di emergenza a Salerno”;
  • ” Pulizia degli scarichi intasati a Salerno”

Farlo è facile. Basta fare un elenco di tutti i servizi che offri e le località che servi … quindi uniscili insieme per creare una serie di potenziali parole chiave. Assicurati anche di utilizzare i plurali e le variazioni dei tuoi servizi.

1.2. Completamento automatico di Google

Utilizza il completamento automatico di Google per generare più suggerimenti di ricerca.

Questo è facile. Basta inserire la tua parola chiave principale in Google e prendere nota delle ricerche suggerite.

Facciamolo per “Bar a Salerno”.

Ci sono alcuni suggerimenti interessanti qui: non ho pensato al “centro città” e alla “stazione ferroviaria” durante il mio brainstorming iniziale di luoghi.

Esempio di completamento automatico di Google

Prendi nota di quelli che sembrano rilevanti.

È quindi possibile ripetere questo processo per altre posizioni o varianti di parole chiave che si hanno.

1.3. Scopri per quali parole chiave si posizionano i tuoi concorrenti

Google è molto bravo a comprendere l’intento di ricerca, motivo per cui la pagina media del ranking n. 1 si classificherà anche nella top10 per quasi 1.000 altre parole chiave pertinenti.

Capitolo 2. Schede di Google My Business, Bing Places e Apple Maps

La rivendicazione e l’ottimizzazione della  scheda di Google My Business è probabilmente la parte più importante della SEO locale, sebbene siano importanti anche le schede Bing Places e Apple Maps.

L’impostazione per queste schede non è troppo difficile: segui semplicemente le istruzioni offerte da Google / Bing / Apple.

Ma con GMB in particolare, ci sono alcune cose che tendono a far inciampare gli imprenditori.

Ecco perché ho incluso una procedura dettagliata completa.

2.1. Google My Business

Google My Business è uno strumento gratuito e di facile utilizzo che consente ad aziende e organizzazioni di gestire la propria presenza online su Google, inclusi Ricerca e Maps.

Secondo Moz , GMB è uno dei principali fattori di ranking locale sia per il “local pack” di google che per i risultati organici.

Per configurarlo, vai qui , quindi segui questi passaggi:

Passaggio 1. Immettere il nome dell’attività

Google chiederà prima il nome della tua attività.

Hai due scelte:

  1. Crea una nuova attività;
  2. Reclamo e attività esistente.

Inizia a digitare e Google cercherà la tua attività nel proprio sistema.

Lo vedrai se ce l’hanno. In caso contrario, seleziona l’opzione “Crea un’attività con questo nome”.

Raccomandazione:
Non cercare ad esempio la parola chiave calzascarpe. Inserisci il nome della tua attività e SOLO il nome della tua attività.

Ad esempio, se gestisci un bar a Salerno chiamato Memo Caffè, inserisci “Memo Caffè” come nome della tua attività. Non inserire qualcosa tipo “Memo Caffè Salerno Coffee Shop” questo è contro le linee guida di Google My Business.

Passaggio 2. Immettere il proprio indirizzo

Successivamente, Google chiederà il tuo indirizzo.

Se stai rivendicando un’attività che Google ha già nel proprio sistema, questa verrà precompilata. Altrimenti, dovrai inserire il tuo indirizzo.

Se hai un’attività fisica con un negozio, è facile: inserisci l’indirizzo del tuo negozio.

Ma potresti essere confuso su cosa inserire qui, se:

  • Lavori da casa;
  • Hai uno o più partner commerciali ed entrambi lavorano da casa (più indirizzi);
  • La tua attività è mobile (ad esempio, camioncino di panini);
  • Hai uno o più uffici;
  • Hai un ufficio virtuale, ma nessuna  posizione fisica reale;
  • Servi i clienti in un luogo fisico E da remoto (ad esempio, da asporto).

Ecco il mio consiglio:

  • Se hai un vero ufficio fisico,  usa quell’indirizzo.
  • Se tu (e uno o più partner commerciali) lavorate da casa,  elencate l’indirizzo di casa della persona più vicina all’area principale in cui opera la vostra attività;
  • Se avete solo un ufficio virtuale NON utilizzare questo indirizzo – non meno che questo ufficio è “aperta durante le ore lavorative.” Ciò è contro le linee guida GMB. Usa invece il tuo indirizzo di casa.

Ricorda, la coerenza è fondamentale qui, quindi suggerisco di copiare e incollare le informazioni dal foglio di lavoro che hai creato in precedenza per assicurarti che siano corrette e coerenti con le informazioni sul tuo sito web (e con qualsiasi altra scheda di attività commerciale che potresti avere).

Rivendicare un annuncio esistente? Controlla due volte le informazioni che Google ha rispetto alle informazioni nel tuo foglio di lavoro. Aggiorna se necessario.

Vedrai anche una casella di controllo etichettata “Fornisco beni e servizi ai miei clienti“.

Se selezioni questo segno, agli occhi di Google sei un ‘”attività che opera in aree coperte dal servizio”.

Fondamentalmente, dovresti spuntare questa casella se, di fatto, offri beni e servizi ai tuoi clienti … anche se servi clienti in un luogo fisico (ad esempio, un ristorante con asporto).

In tal caso, verrà visualizzata un’altra casella di controllo: “Nascondi il mio indirizzo (non è un negozio)”.

Spuntare questo significa che, sebbene Google conoscerà la posizione della tua attività (a scopo di verifica), non mostrerà il tuo indirizzo ai vecchi googler regolari. Rimarrà privato e non in elenco nella tua pagina GMB.

Ti consiglio di selezionare questa casella se hai inserito un indirizzo di casa.

Passaggio 3. Immettere la posizione esatta

La schermata successiva mostrerà una mappa con un segnaposto.

Puoi trascinarlo e spostarlo per individuare la posizione esatta della tua attività. 9 volte su 10, puoi fidarti di come Google ti segnala sulla sua mappa, ma se ti sembra che il segnaposto sia posizionato in modo impreciso, sentiti libero di spostarlo.

Passaggio 4. Scegli una categoria di appartenenza

Google ti consente di scegliere solo una categoria durante la configurazione del tuo profilo Google My Business.

Hanno un sacco di consigli su come scegliere la categoria corretta qui.

Ecco un estratto che sarà sufficiente per la maggior parte delle persone:

Seleziona le categorie che completano la dichiarazione: “Questa attività È una” anziché “Questa attività HA una”.  L’obiettivo è descrivere la tua attività in modo olistico piuttosto che un elenco di tutti i servizi che offre, dei prodotti che vende o dei servizi che offre. ( Fonte )

Pensa a che cosa è il tuo business. È, quindi iniziare a digitare nel campo categoria.

Google inizierà a suggerire categorie durante la digitazione. Quindi Seleziona quello che ti sembra più appropriato e premi “Avanti“.

Passaggio 5. Immettere il numero di telefono e il sito Web (facoltativo)

Questo è piuttosto semplice: inserisci il tuo numero di telefono e l’ URL del sito web.

Ecco alcuni consigli di Google.

Ricorda di essere coerente. Usa i dati del tuo foglio di calcolo!

Passaggio 6. Verifica la tua scheda

Prima che la tua scheda GMB venga pubblicata, dovrai verificarla.

Questo di solito viene fatto tramite telefono o cartolina postale: segui le istruzioni di Google per verificare.

Passaggio 7. Ottimizza ulteriormente il tuo annuncio

Congratulazioni, sei statoverificato!

Ma non fermarti qui. Dovresti ottimizzare ulteriormente il tuo elenco GMB:

  • Aggiunta di più categorie;
  • Caricamento di alcune foto (idealmente quelle scattate nei tuoi locali o almeno nelle vicinanze, poiché a queste saranno allegati i metadati della posizione);
  • Elencare gli orari di apertura;
  • Elenco dei singoli servizi offerti;
  • Aggiunta di eventuali numeri di telefono aggiuntivi;
  • Aggiunta di attributi / servizi pertinenti;
  • Eccetera.

Capitolo 3. Citazioni locali (NAP)

Le citazioni locali sono citazioni online della tua attività, che di solito visualizzano il nome, l’indirizzo e il numero di telefono della tua azienda, noti collettivamente come NAP: nome, indirizzo, telefono (in inglese Name Address Phone).

NOTA A MARGINE. Molti SEO si riferiscono a citazioni che non visualizzano informazioni complete sul NAP come citazioni parziali. Alcuni parlano anche di UNAP/Napu (nome, indirizzo, numero di telefono, URL ) e NAPW (nome, indirizzo, numero di telefono, sito web).

Esistono due tipi principali di citazioni: strutturate  e non strutturate.

Fondamentalmente, le citazioni strutturate sono quelle in cui le informazioni NAP sono presentate in modo strutturato visivamente. Di solito risiedono su elenchi aziendali, profili social, ecc.

Le citazioni non strutturate sono menzioni della tua attività in un formato non strutturato. Queste di solito risiedono nei post del blog, sui siti Web dei giornali, sui blog aziendali, ecc.

Perché le citazioni NAP sono importanti?

Ecco due motivi per cui sono importanti le citazioni NAP accurate e coerenti:

  1. Secondo Moz, i segnali di citazione sono uno dei principali fattori di ranking locale . Questo è vero sia per i risultati “snack pack” di Google sia per i normali risultati di ricerca organica. Molto probabilmente, ciò è dovuto al fatto che le informazioni NAP coerenti sul Web servono a verificare ulteriormente i dati che Google ha in archivio ( GMB ) per una determinata attività. Le informazioni NAP incoerenti, d’altra parte, servono solo a confondere, fuorviare e indirizzare in modo errato sia Google che i potenziali clienti. Ciò porta a una scarsa esperienza utente;
  2. Google non è l’unico posto in cui le persone cercano attività commerciali. Cercano anche tramite Facebook, directory, ecc. Avere un accurato NAP elencato su quei siti consentirà ai potenziali clienti di trovare la tua attività, il che si traduce in più clienti e entrate.

Quindi, quando si tratta di SEO locale , il tuo lavoro è duplice:

  1. Assicurati che le citazioni esistenti siano corrette e coerenti;
  2. Crea citazioni più pertinenti.

Vediamo come fare

3.1. Eseguire una verifica delle citazioni

La maggior parte delle aziende avrà alcune citazioni esistenti.

Ma il più delle volte, almeno alcune di queste saranno errate/o incomplete.

Alcuni avranno il nome e l’indirizzo corretto dell’attività, ma il numero di telefono sbagliato. Altri avranno la ragione sociale e il numero di telefono corretti, ma un vecchio indirizzo. E alcuni possono avere informazioni parziali, ad esempio nome dell’azienda, indirizzo, ma nessun numero di telefono.

Ecco alcuni modi per trovare citazioni NAP incoerenti, incomplete e duplicate :

Moz Local

Vai qui e cerca la tua attività.

Moz controllerà i principali aggregatori di dati nel tuo paese e scoprirà eventuali elenchi incompleti, incoerenti e duplicati.

Ecco un paio di elenchi incoerenti (qui e qui) che scoprono per Europcar:

Verifica manuale della citazione del NAP

Risolvere eventuali problemi con i principali aggregatori di dati non eliminerà tutte le  citazioni. Quasi sicuramente avrai ancora alcuni dati incoerenti, errati o incompleti là fuori.

L’unico modo per ripulire questi dati è eseguire un controllo e una pulizia manuale delle citazioni.

Il processo di base per questo è cercare su Google tali citazioni con gli operatori di ricerca avanzati di Google.

Eccone alcuni che puoi utilizzare:

Per trovare citazioni NAP incomplete:

Apri Google Chrome e nella barra degli indirizzi digita una di queste opzioni:

  • “Nome dell'attività” + “indirizzo parziale” -”numero di telefono corretto”
  • “Nome dell'attività” + “numero di telefono corretto” -”indirizzo parziale”
  • “numero di telefono corretto” + “indirizzo parziale” -”Nome dell'attività”

Per trovare citazioni NAP errate : 

  • “Nome dell'attività” + “indirizzo parziale” +”vecchio/numero di telefono corretto”
  • “Nome dell'attività” + “numero di telefono corretto” + ”vecchio/indirizzo parziale non corretto
  • “numero di telefono corretto” + ”indirizzo parziale” + “vecchio nome dell'attività”

3.2. Crea più citazioni

Ora che hai trovato e corretto le citazioni esistenti, è tempo di costruirne ancora di più.

Consiglio di iniziare con alcune citazioni strutturate di base.

Consulta l’elenco delle principali fonti di citazione per il tuo paese qui.

Capitolo 4. Fare SEO sulla pagina

Molte pratiche SEO “tradizionali” sulla pagina si applicano qui, come:

  • Parola chiave nel tag html H1;
  • Parola chiave nel tag del titolo della pagina;
  • Parola chiave nell’URL;
  • URL brevi e piacevoli;
  • Meta description allettante.

Ma ci sono alcune altre cose da tenere in considerazione quando si cerca di classificare localmente il tuo sito web.

Esistono anche differenze di approccio a seconda del numero di sedi servite.

Quindi copriamo entrambe le basi …

4.1. Imposta la struttura del tuo sito web per classificare le pagine di destinazione locali

Se servi più aree / città e desideri posizionarti in ciascuna di queste località, devi impostare le pagine di destinazione locali.

Ecco la struttura che consiglierei:

  • tuositoweblocale.it/ area ‑ 1 /
  • tuositoweblocale.it/ area ‑ 2 /
  • tuositoweblocale.it/ area ‑ 3 /

Vuoi vedere un’azienda che lo fa molto bene? Dai un’occhiata a Europcar .

Si classificano bene per centinaia di termini basati sulla località, come “noleggio auto [località]” e “noleggio auto [località]”.

SUGGERIMENTO PRO:

Non impazzire con pagine di destinazione specifiche per località a meno che tu non abbia una presenza fisica effettiva (ufficio) in ciascuna di queste località.

Ad esempio, se sei un fotografo di matrimoni con sede a Salerno (il che significa che l’ indirizzo della tua scheda GMB è a Salerno), non creare centinaia o migliaia di pagine di destinazione locali per ogni città.

Limitati a creare pagine di destinazione per una manciata di località vicine pertinenti che abbiano effettivamente senso per la tua attività. Per esempio:

  • fotografomatrimoni.it/salerno
  • fotografomatrimoni.it/cavadeitirreni
  • fotografomatrimoni.it/battipaglia

Non creare pagine di destinazione locali per luoghi lontani a meno che tu non abbia un motivo specifico per farlo (ad esempio, risiedi a Salerno, ma sei veramente specializzato in matrimoni africani).

Inoltre, NON creare più pagine di destinazione per la stessa località, ma indirizzate a termini leggermente diversi. Questo non ti aiuterà a classificarti.

4.2. Ottimizza la tua home page

La maggior parte delle aziende dovrebbe ottimizzare la propria home page attorno alla propria posizione principale.

Ad esempio, un fotografo di matrimoni di Salerno dovrebbe ottimizzare la propria home page per termini come “fotografo di matrimoni di Salerno” ecc.

So cosa potresti pensare …

“ […] Ma faccio matrimoni in tutto il Italia / Europa / Il mondo! Non voglio limitarmi alla mia [location] “

Ecco alcuni suggerimenti:

  • Mostra le informazioni del NAP  (aggiungilo nel piè di pagina, a meno che tu non abbia pagine di destinazione locali per altre posizioni fisiche);
  • Incorpora una mappa di Google che mostra la tua posizione;  (facoltativo, ma aiuta i clienti a vedere / trovare dove ti trovi)
  • Mostra testimonianze/recensioni/ecc.

Attività con molte sedi? Continua a leggere….

Sei esente dalla regola di ottimizzare la tua home page intorno alla tua posizione principale se hai centinaia o migliaia di posizioni fisiche reali:

Ad esempio, prendi Europcar: hanno più di 3.300 sedi fisiche in tutto il mondo.

Non avrebbe senso ottimizzare la loro homepage attorno a uno solo di quelli.

In questo caso, la home page dovrebbe essere ottimizzata attorno a parole chiave pertinenti (noleggio auto, noleggio auto) SENZA modificatori di posizione.

4.3. Ottimizza le tue pagine di destinazione locali

Le tue pagine di destinazione locali dovrebbero essere ottimizzate attorno alle singole posizioni.

Supponiamo che tu sia un fotografo di matrimoni di Salerno che serve altre due località: Eboli e Baronissi, potresti avere le seguenti pagine di destinazione locali:

  • fotografomatrimoni.it/eboli
  • fotografomatrimoni.it/baronissi

Di seguito sono riportate alcune inclusioni aggiuntive specifiche per le pagine di destinazione locali:

  • Orari di apertura;
  • Local NAP (se hai una presenza locale reale);
  • Parole chiave correlate, sparse ovunque

Capitolo 5. Link Building (per siti locali)

Secondo il sondaggio del 2017 di Moz , i “link” sono il fattore di ranking più importante per i risultati organici locali.

Per la “local pack” e quindi per la local SEO, sono il secondo fattore più importante.

Dovresti aver già creato una serie di collegamenti di base durante la creazione di citazioni NAP locali.  (La maggior parte delle directory e dei siti di elenchi locali ti consentono di collegarti al tuo sito web.)

Ma sfortunatamente, molti di questi saranno link cosidetti “nofollow“. Quindi ti consiglio di creare e promuovere risorse locali che portino link alla tua attività.

In che modo bisogna farlo? crea contenuti interessanti o meglio delle guide utili che possano essere condivisi e linkati da altri siti web. Per dirla a breve il tuo sito web deve attrare link da siti autorevoli e che trattino i tuoi stessi argomenti, possibilmente siti web della tua stessa area geografica.

5.1. Guest Blogging

Il guest blogging è ancora un ottimo modo per creare link di alta qualità.

Basta non farlo solo per i link. Fallo per l’esposizione che può generare per la tua attività.

Nel 2020, si tratta più di qualità che di quantità: dovresti scrivere per blog che hanno il potenziale per inviare traffico di referral mirato al tuo sito web.

Per le attività commerciali locali, solitamente si tratta di:

  • Blog e pubblicazioni locali;
  • Blog specifici del settore.

Capitolo 6. Resta attivo su Google My Business

Ecco le tre attività in corso più importanti con GMB:

  1. Rispondere alle recensioni dei clienti/clienti;
  2. Fai attenzione alle modifiche errate;
  3. Utilizza Google Post per tenere informati i tuoi clienti

Il numero 1 è piuttosto autoesplicativo: basta tenere traccia e rispondere alle recensioni (positive e negative) in modo tempestivo tramite Google My Business.

NOTA A MARGINE. Dovresti fare lo stesso per tutti gli altri siti di recensioni che sono cruciali per la tua attività (ad es. TripAdvisor, per i ristoranti).

Ma devi anche fare attenzione alle modifiche errate alla tua scheda.

In sostanza, chiunque può suggerire una modifica a qualsiasi scheda di Google con il pulsante “Suggerisci una modifica“.

Google sembra implementare molte modifiche suggerite senza avvisare il proprietario dell’attività o convalidare le informazioni. Quindi vale la pena dare un rapido controllo una volta ogni due settimane per assicurarsi che tutto sia ancora accurato.

Ora parliamo di Google Post …

Google Posts  è una piattaforma di microblogging all’interno di Google My Business. Tutti gli aggiornamenti sono visibili nel Knowledge Panel e nella tua scheda.

Ecco un esempio:

Esempio di Google Post

Questo tipo di post offre l’opportunità di attirare più attenzione e aumentare le conversioni.

Alcuni studi ( qui e qui ) mostrano persino una correlazione tra le classifiche “snack pack” e l’attività di Google Posts.

Puoi creare un Google Post da Google My Business.

Ci sono alcune opzioni tra cui scegliere, tra cui:

  • Carica un’immagine;
  • Scrivi testo (fino a 300 parole)

Puoi anche scegliere il pulsante di invito all’azione (“Ulteriori informazioni“, “Iscriviti“, “Richiedi offerta” e così via) da includere nel tuo post.

Consiglio a tutte le attività commerciali locali di utilizzare spesso questa funzione e rimanere attivi con Google Post. Non ci vuole molto tempo o sforzi per farlo, quindi il ROI sarà probabilmente alto.

6.1 Pubblica regolarmente nuovi contenuti

Bloggare regolarmente fa due cose:

  • Indica a Google (e ai visitatori) che il tuo sito è gestito attivamente;
  • Attira i collegamenti.

Non scrivere post sul tuo blog solo per il gusto di farlo, scegli la qualità piuttosto che la quantità.

La semplice pubblicazione di un nuovo post ogni mese o due sarà sufficiente per la maggior parte delle piccole imprese.

Conclusioni sulla Local SEO

Finalmente … Ho finito ! 🙂

So che c’è stato molto da leggere ma, seriamente, segui i consigli sopra e ti garantisco che ti classificherai meglio del 99% dei tuoi concorrenti.

Ricorda solo che devi anche monitorare le conversioni nel miglior modo possibile (monitoraggio delle chiamate, monitoraggio delle conversioni del modulo di contatto, ecc.). Altrimenti, non avrai idea se i tuoi sforzi SEO locali si stanno effettivamente traducendo in lead, clienti e, in definitiva, più entrate per la tua attività.

Mi sono perso qualcosa in questa guida? Fatemi sapere nei commenti.

Se hai assolutamente qualcosa da aggiungere o hai una domanda, sentiti libero di contattarmi ai seguenti numeri: Telefono 089754535 Cellulare 3335473893

Pensi che noi potremmo migliorare la SEO locale del tuo sito web? Compila il seguente modulo


Ti assicuriamo che la tua email è in buone mani, non riceverai mai spam e non verrà mai condivisa o trasferita ad altri.

Note finali: Per questa mia Guida sulla Local SEO ho linkato alcuni siti inglesi e americani perché non ho trovato niente in lingua italiana.


2 Comments

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.