Computeria Realizzazione siti web Salerno

Controllo del posizionamento di un sito web su Google

Home » Blog » SEO » Controllo del posizionamento di un sito web su Google

Probabilmente ti sarai chiedendo come si verifica il posizionamento del tuo sito su Google. Oggi ti spiegherò quanto è facile farlo e come si esamina il posizionamento di un intero sito web su Google.

Come si verifica il posizionamento di un sito web su Google

Verifica posizionamento sito su Google

Prima di tutto, alcune utili FAQ per spiegare cosa significa posizionamento di un sito su un motore di ricerca:

  1. Che cos’è la “posizione di classifica” di un sito web su Google?

Per generare un risultato di ricerca “organico”, Google confronta ogni parola o frase digitata nella casella di ricerca (parola chiave o frase di ricerca) con il suo indice di pagine web per trovare le corrispondenze.

Google visualizza queste corrispondenze come risultati di ricerca, che sono semplicemente elenchi di pagine web in ordine di rilevanza. Quindi, il primo risultato organico è la pagina web che Google ritiene più pertinente alla vostra ricerca, e così via. Se una pagina web appare per prima in un elenco di risultati, si dice che è al primo posto o che è in prima posizione per quel termine chiave specifico.

Allo stesso modo, se appare al 27° posto in questo elenco ordinato di risultati di ricerca, si dice che occupa la posizione 27 di ranking. Le posizioni di classifica sono riservate ai risultati di ricerca “organici” e normalmente non includono i risultati organici non tradizionali (come le mappe) o la pubblicità a pagamento (Google Ads).

2) Quali sono i tipi di risultati di ricerca di Google?

Oggi Google fornisce molti tipi di risultati diversi per una ricerca effettuata su un dispositivo mobile o su un PC desktop. Ad esempio, se si cerca “Negozio di scarpe Milano” su un cellulare, vengono visualizzati tre annunci pubblicitari, poi un elenco di aziende locali basato su una mappa, quindi alcuni risultati di immagini e infine i risultati della ricerca organica.

Il tipo di risultato della ricerca varia a seconda del termine utilizzato e del dispositivo con cui si effettua la ricerca. In genere ci sono 10 risultati “organici” su ogni pagina, sia che si effettui la ricerca su un dispositivo desktop che su un dispositivo mobile. Per vedere altri risultati, è necessario passare alla seconda pagina su un desktop o selezionare “altri risultati” su un cellulare. Per le ricerche di grandi dimensioni, possono esserci migliaia di queste pagine che elencano milioni di siti web.

3) Che cos’è un risultato di ricerca “organico” su Google?

Un risultato di ricerca organico si basa sulla migliore ipotesi di Google sulla migliore pagina web che risponde al termine di ricerca. Questo è in contrasto con altri risultati di ricerca, come gli annunci pubblicitari, che appaiono in base a quanto un’azienda è disposta a pagare per farvi vedere il suo annuncio.

Per questo motivo, non sono sempre molto pertinenti alla ricerca. Gli altri tipi di risultati di ricerca di Google si mescolano a questi risultati organici e agli annunci pubblicitari. Questi risultati organici non tradizionali, come le mappe, le immagini e i prodotti, sono un altro modo in cui Google cerca di fornire risultati pertinenti all’utente. In alcuni casi, ciò avviene dando priorità a diversi tipi di contenuti (come immagini o video piuttosto che il testo della pagina) o mostrando risultati per termini di ricerca leggermente diversi.

Il modo in cui vengono generati esattamente questi risultati non è chiaro e non è sempre semplice capire in che misura siano stati pagati o manipolati in altri modi. 

4) Le posizioni in classifica di Google sono diverse a seconda di chi effettua la ricerca?

Sì, Google non fornisce gli stessi risultati di ricerca a tutti gli utenti. Fattori come la posizione dell’utente, la pertinenza della pagina rispetto alla sua posizione e le sue precedenti abitudini di ricerca possono influenzare ciò che l’utente vede.

5) Come controllare il posizionamento di un sito web su Google?

La Search Console di Google è uno strumento gratuito a cui i proprietari di siti web possono iscriversi. Questo strumento gratuito mostra tutti i termini che i visitatori del sito web hanno utilizzato in una ricerca organica per trovare il sito e il posizionamento delle pagine web per questi termini di ricerca nel tempo.

Sono disponibili anche molte altre informazioni sui visitatori, tra cui il paese e il dispositivo. Esistono anche alcuni buoni servizi commerciali di posizionamento (ad esempio, Seozoom Semrush, Ahref e sono a pagamento, che tengono traccia delle posizioni in classifica, monitorano i concorrenti e forniscono rapporti e avvisi di facile consultazione.

6) Che cos’è una “SERP”?

SERP” è l’abbreviazione di “Search Engine Results Page” (pagina dei risultati dei motori di ricerca), ovvero la pagina dei risultati di una ricerca su Google. I primi 10 risultati organici appaiono nella pagina 1, i successivi 10 nella pagina 2 e così via.

Approfondimenti: Ti sei mai chiesto cosa fa un consulente SEO?

Come trovare le parole chiave che attualmente ti stanno portando traffico

Ora supponiamo che tu voglia scoprire esattamente quali parole chiave le persone stanno attualmente cercando quando fanno clic sul tuo sito web.

C’è uno strumento anche per questo.

GOOGLE SEARCH CONSOLE (GRATUITO DA GOOGLE)

Sapevi che Google offre il suo strumento gratuito che ti dirà le parole chiave per cui ti stai classificando e per cui ottieni clic?

Si chiama Google Search Console e ogni sito web dovrebbe averlo configurato.

Una volta configurato Search Console, vai alla scheda “Prestazioni” a sinistra. Quindi fai clic sui pulsanti colorati in alto per attivare Clic totali, Impressioni totali, Percentuale di clic media e Posizione media.

Ora dovresti vedere un elenco di parole chiave e diverse colonne di dati. Se sei solo curioso di controllare la tua classifica, non perdere la colonna Posizione, che mostra ancora una volta dove ti classifichi nei risultati (1-10 sono nella prima pagina).

La specialità che la Search Console ti offre sono i clic totali. Questo è l’unico strumento che ti dirà quali parole chiave hanno portato persone reali sul tuo sito web. Gli altri strumenti ti diranno dove ti posizioni, ma Search Console ti dice cosa ti ha effettivamente portato traffico. È potente.

Per utilizzare questi dati, continua a scorrere verso il basso fino a quando non vedi parole chiave con un numero elevato di impressioni per le quali non stai ancora ottenendo clic. Queste possono essere opportunità per andare dopo.

GOOGLE SEARCH CONSOLE (GRATUITO DA GOOGLE)

Sapevi che Google offre il suo strumento gratuito che ti dirà le parole chiave per cui ti stai classificando e per cui ottieni clic? 

A causa dei continui aggiornamenti degli algoritmi di ranking di Google, le pagine del vostro sito web avranno un posizionamento su Google che varia spesso, di giorno in giorno e di settimana in settimana. Anche in un solo giorno, una pagina del vostro sito potrebbe occupare posizioni diverse per la stessa parola chiave. Le variazioni del posizionamento di un sito web nell’arco di un giorno sono normalmente solo di una o due posizioni (in aumento o in diminuzione), ma nel corso di un mese, il vostro posizionamento su Google per una singola parola chiave potrebbe cambiare molto (dal 19° all’6° al 4° al 10° al 7°, ecc.).

Oltre agli aggiornamenti algoritmici, la posizione del vostro sito web su Google varia anche a causa della localizzazione e della personalizzazione del vostro browser.

Localizzazione

La localizzazione consiste nel fatto che Google restituisce risultati di ricerca diversi, o gli stessi risultati in un ordine diverso, a seconda della posizione (paese o città) di chi effettua la ricerca e del sito web. Ad esempio, una persona di Napoli che digita “Bar” su Google vedrà elencati nei risultati di ricerca siti diversi da quelli di una persona di Roma che cerca la stessa parola chiave.

Questo perché Google ritiene che le pagine web relative ad aziende fisicamente vicine o che parlano della vostra specifica località siano più rilevanti per voi.

Personalizzazione

La personalizzazione è il caso in cui Google modifica i risultati di ricerca visualizzati per una parola chiave, in base a ciò che sa del ricercatore dalle sue ricerche precedenti. Questo può accadere se il ricercatore ha effettuato l’accesso a Google (compresi Gmail o YouTube) o se utilizza Google Chrome.

Ad esempio, se qualcuno ha visitato un sito molte volte in precedenza, quando cerca una parola chiave pertinente a quel sito, il sito può apparire più in alto nei risultati di ricerca per quel ricercatore rispetto ad altre persone che cercano la stessa parola chiave.

Per i titolari di aziende si tratta di un’informazione cruciale, in quanto si potrebbe credere che la propria pagina web abbia un rendimento migliore nei risultati di ricerca rispetto a quello effettivo, se ci si basa sulla propria esperienza di ricerca. È necessario utilizzare la modalità in incognito, i proxy web, strumenti di monitoraggio come Search Console di Google o software di terze parti per ottenere un quadro preciso delle prestazioni.

I dati sulla posizione media sono più utili

A causa degli aggiornamenti algoritmici, della localizzazione e della personalizzazione, conoscere il posizionamento medio del vostro sito web su Google per le parole chiave in un arco di tempo e in un luogo diversi ha più valore che sapere esattamente dove il vostro sito si posiziona per le parole chiave in un momento specifico e da un luogo specifico.

Potete verificare per quali parole chiave il vostro sito è posizionato su Google e la posizione media nei risultati di ricerca per ciascuna di queste parole chiave tramite Google Search Console, un servizio gratuito, rapido, accurato e completo.

Controllare il posizionamento su Google del tuo sito web

Volete sapere dove si posiziona il vostro sito web su Google? È facile e gratuito. Seguite queste istruzioni che vi aiuteranno a utilizzare la Search Console di Google.

Nota: I valori di impressioni, clic e CTR mostrati in Search Console sono approssimativi e non precisi. Inoltre, possono differire dai dati visualizzati in Google Analytics a causa di problemi tecnici e di un intervallo di tempo tra il calcolo dei numeri e la disponibilità dei dati.

A) Metriche da visualizzare – È possibile fare clic su ciascuna delle 4 caselle (“Clic totali”, “Impressioni totali”, “CTR medio” e “Posizione media”). Facendo clic una volta, lo sfondo si colora e le metriche corrispondenti appaiono sul grafico e nella tabella dei dati. Facendo nuovamente clic, i dati vengono nascosti. È possibile osservare una metrica alla volta, tutte e quattro contemporaneamente o qualsiasi combinazione.

B) Dati da visualizzare – Le schede “Query”, “Pagine”, “Paesi”, “Dispositivi”, “Query di ricerca” e “Date” sono in realtà delle schede, per cui è possibile fare clic su una di esse per visualizzare informazioni diverse sul traffico di ricerca organico. Per visualizzare i dati sul posizionamento dei siti web, selezionare l’opzione “Query”, che è la visualizzazione predefinita.

C) Filtri – Fare clic sulla casella “Tipo di ricerca” per scegliere tra i risultati di Web, Immagini, Video o Notizie. Fare clic sul filtro Data per selezionare un intervallo di date personalizzato. Fare clic su “+ Nuovo” per aggiungere altri filtri, ad esempio per un paese specifico, un dispositivo o una query di ricerca. Per rimuovere un filtro è sufficiente fare clic sulla piccola croce accanto alla casella del filtro.

A) Totali e medie – I totali e le medie combinati di tutte le parole chiave per le quali il sito si è classificato nell’intervallo di date scelto per i filtri.

D) I dati sottostanti utilizzati per disegnare il grafico. È possibile visualizzare un massimo di quattro colonne in base alle metriche cliccate in A. È inoltre possibile modificare queste colonne facendo clic sull’imbuto accanto a D. Clic: quante volte qualcuno ha cliccato sul vostro sito dai risultati di ricerca dopo aver cercato una parola chiave o un termine specifico. Impressioni – Quante volte il vostro sito è stato visualizzato nei risultati di ricerca per una specifica parola chiave. CTR (Click Through Rate) – Click ÷ Impressioni x 100. Più alto è il CTR, meglio è, e più alta è la posizione del vostro sito per una determinata parola chiave, più alto dovrebbe essere il CTR per quella parola chiave.

Posizione – La posizione media in cui il vostro sito è stato classificato nei risultati di ricerca per una specifica parola chiave. Poiché questo numero è una media, il vostro sito potrebbe non essersi classificato in quella posizione esatta, né prima né adesso. Ad esempio, se il vostro sito si è classificato al 3° posto per una parola chiave per metà del tempo e al 9° posto per la stessa parola chiave per l’altra metà del tempo, la sua posizione media sarebbe il 6° posto.

Ora sapete come controllare il posizionamento di un sito web nella ricerca di Google. La Search Console di Google è una risorsa fantastica per i proprietari di siti web, ma secondo la mia esperienza è molto sottoutilizzata. Accedete, registrate il vostro sito web e analizzate i termini più performanti. Potete aggiornare o migliorare il contenuto della vostra pagina per renderla più rilevante per queste ricerche e ottenere ancora più traffico?

Come controllare il posizionamento per una parola chiave specifica

Supponiamo che tu voglia scoprire dove si posiziona il tuo sito su Google per una determinata parola chiave come “Wedding planner Firenze”.

Il consiglio che sentirai spesso è “basta aprire una finestra di navigazione in incognito in Chrome per ottenere risultati non personalizzati”. Questo è un consiglio abbastanza giusto, ma la navigazione in incognito include ancora risultati basati sulla posizione. E comunque devi ancora scorrere la SERP e cercare la tua pagina, il che è piuttosto inefficiente.

Invece, ti consiglio di utilizzare uno strumento SEO per scoprire dove ti classifichi per una parola chiave specifica.

AHREFS KEYWORD RANK CHECKER (GRATUITO)

Con Ahrefs Keyword Rank Checker gratuito, devi solo inserire la parola chiave che desideri vedere se ti classifichi, l’URL del tuo sito web e scegliere la nazione che ti interessa controllare. Il tool gratuito esegue la scansione dei risultati di Google e ti dice esattamente in quale posizione ti trovi. Nessuna scansione manuale da parte tua sarà necessaria e nessuna informazione personalizzata che distorce i tuoi risultati.

Lo strumento ti fornisce un numero per dove ti classifichi nei risultati di ricerca organici di Google. Le posizioni 1-10 sono generalmente la prima pagina di Google, 11-20 sono la seconda pagina, ecc.

Quindi questa posizione #10 significa che questo sito web è probabilmente a pagina 1 di Google, vicino al fondo.

Puoi prendere nota di questa posizione e quindi rieseguire lo strumento in un mese o giù di lì per vedere se sei migliorato per le tue parole chiave.

Puoi anche ripetere questo processo per controllare diverse parole chiave.

Exit mobile version