Antivirus gratuiti Vs Antivirus a pagamento

Antivirus gratuiti Vs Antivirus a pagamento:

Quali le differenze?
Sono un bel po di anni che ogni utente installa sul proprio personal computer un software antivirus e a volte anche un software Firewall.
Questo perché come tutti ben sanno, il web ma non solo il web, è colmo di minacce atte a minare la sicurezza informatica e soprattutto a carpire in modo fraudolento dati sensibili (quali accesso a conti correnti online, accesso a carte di credito, siti di e-commerce, social network, ecc.) Le software house per contrastare questa immensa piaga hanno realizzato questi particolari software, appunto antivirus, che con gli aggiornamenti dei propri motori e dei nuovi database cercano di contrastare, camminando di pari passo, in modo da rendere inefficaci  nuovi virus e le loro varianti.

Ricordiamoci sempre che gratuito o a pagamento, l’antivirus è il più importante strumento per difendere il tuo computer dai cosiddetti virus. Affinché svolga perfettamente il suo lavoro è però necessario che l’antivirus sia sempre attivo e, soprattutto, sempre aggiornato (proprio perché un antivirus non aggiornato equivale a non avere alcun antivirus).

Tutti o quasi tutti i produttori di software antivirus oggi propongono sul mercato prodotti gratuiti e a pagamento.
Ma quali sono le differenze sostanziali tra le varie versioni?
Conviene sempre acquistare una versione a pagamento?
In questo articolo cercherò di fornire brevemente delle risposte a questi quesiti.

il mio numero è 3335473893, mi chiamo Luigi Tanese, mi occupo di informatica e di web da da almeno trent’anni.

il mio numero è 3335473893, mi chiamo Luigi Tanese, mi occupo di informatica e di web da almeno trent’anni.

Premesso che nessun antivirus è infallibile e purtroppo nessuno è in grado rilevare virus al 100%. Giusto per dire, il virus perfetto non si manifesta sul computer perchè deve continuare a carpire informazioni. Se si manifestasse, l’utente correrebbe ai ripari facendolo rimuovere o al massimo reinstallando il sistema operativo. Quindi oltre ad avere installato sul computer un software che ci protegge, bisogna avere anche dei veri e propri “comportamenti non a rischio o meglio non promiscui”.

Riassumendo molto succintamente, bisogna fare attenzione ad esempio a non aprire email inviati da perfetti sconosciuti, e peggio non aprire gli allegati o cliccare su link contenuti nell’email. Non utilizzare software craccati, o da craccare, non usare i crack i quali spesso contengono virus, non usare giochi pirata, non scaricare software, musica e film da emule e torrent perchè oltre ad essere vietato dalla legge, spessissimo contengono virus che danneggiano appunto il sistema operativo. E soprattutto non usare antivirus craccati!

Antivirus gratuiti Vs Antivirus a pagamento
Altro comportamento da evitare è che quando si utilizza una pendrive, non la si fa scandire dall’antivirus. Il comportamento giusto è quello di effettuare prima la scansione e poi utilizzarla. Non per ultimo evitare siti pornografici. Statisticamente è stato provato che la fonte maggiore di provenienza di virus sono proprio siti di questo genere. In tutti i casi in un prossimo articolo, discuterò di come evitare al minimo la possibilità di prendere virus.

Quindi ritornando al fulcro dell’articolo, conviene utilizzare un antivirus gratuito o a pagamento? io farei una prima distinzione e cioè:
Utilizzo del pc come singolo utente (privato) comportamenti meno rischiosi oppure uso aziendale/ufficio del pc. Questo perchè in ambito aziendale ci sono più utenti e quindi più comportamenti a rischio.
Già con questa distinzione posso affermare che per uso aziendale, meglio usare un sistema antivirus avanzato e soprattutto centralizzato quindi a pagamento in quanto quelli gratuiti non posseggono tali caratteristiche. Inoltre aggiungerei altre protezioni quali un firewall software e hardware di terze parti.

Allora come bisogna orientarsi per la scelta dell’antivirus?
Innanzitutto bisogna comprendere la differenza tra Antivirus semplice e Security suite:
L’antivirus ha come funzione primaria quella di rilevare i file nocivi, a seconda del prodotto può avere qualche funzione in più come ad esempio scansione della posta elettronica, protezione web, ecc…
Per Security Suite si intende un prodotto che oltre all’antivirus, fornisce altre funzioni che contribuiscono a migliorare la sicurezza del PC, in primis il firewall, poi a seconda del prodotto: filtro famiglia, funzioni per e-banking, ecc…

Nel particolare, Quelli gratuiti non sono abilitati a fare la scansione delle email, non scandiscono il pc in tempo reale, non proteggono i browser, non scandiscono automaticamente le unità esterne quali hard disk, pen drive, ecc. Non hanno un supporto tecnico, non sono monitorati ma a volte offrono solo forum non ufficiali dove si discute dei vari problemi di installazione e funzionamento. Cosa che in vece fanno tutti quelli a pagamento (chi più e chi meno).

Poi, come già scritto prima,  ci sono le suite (a pagamento) che offrono soluzioni complete e che oltre all’antivirus, forniscono altre funzioni che contribuiscono a migliorare la sicurezza del PC.
Naturalmente anche per motivi commerciali, le software house propongono varie soluzioni come solo antivirus, suite, firewall, ecc.

Per concludere, un po di siti che trattano di classifiche e prestazioni di antivirus con confronti:

Real world test e il file detection test
http://chart.av-comparatives.org/chart1.php

Classifica ordinati per protezione e performance.
https://www.av-test.org/en/antivirus/

Test su firewall, (E’ da notare che molte internet security offrono dei firewall scadenti)
http://www.matousec.com/projects/proactive-security-challenge/results.php

Personalmente cosa consiglio?
Sicuramente se si usa un sistema windows è obbligatorio proteggere il pc con un antivirus  e un firewall software e poi non avere comportamenti a rischio.
Per poter avere maggiori informazioni e decidere insieme quale sistema di protezione è più adattato a te, non esitare a contattarmi, il mio numero è 3335473893,  mi chiamo Luigi Tanese, mi occupo di informatica e di web da da almeno trent’anni.

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.